La fine del Mondo è imminente

Sta arrivando la fine del mondo e questa volta la scienza lo conferma! Preparate i bunker e salutate i vostri cari perché non avremo ancora molto da vivere: gli asteroidi ci uccideranno tutti! Secondo il Dr. Joseph Nuth della NASA, infatti, dovremmo aspettarci a breve l’ evento di collisione di un grande asteroide. In media un asteroide di “extinction level” colpisce un pianeta ogni 50-60 milioni di anni e l’ultimo di questi asteroidi colpì la Terra 65 milioni di anni fa, uccidendo i dinosauri. Inoltre annuncia il Dr. Nuth che, “non siamo affatto preparati in caso di impatto con asteroide” e se non ci dedichiamo al loro studio la nostra fine sarà imminente.

Gli asteroidi, che fanno parte della categoria dei Neo (Near-Earth Objects), sono definiti come corpi rocciosi di grandezza e composizione variabile che non superano i 900 chilometri di diametro. Recentemente il 31 Agosto l’asteroide Florence 3122, con diametro di 4,4 km e avente due lune orbitanti tra i 100-300 metri ha sfiorato il nostro pianeta a 7 milioni di chilometri. L’evento era ben visibile dalla Terra, ma fortunatamente l’asteroide e le sue lune erano troppo distanti per causare danni. Dopo questo scampato pericolo però se ne presentano molte altre che gli astronomi stanno già monitorando; tra questi, molto noto e famoso, è l’asteroide 99942 Apophis. Questo è stato individuato per la prima volta dalla NASA nel 2004, prevedendo che avesse il 3% di possibilità di collisione con la Terra nel 2029. L’asteroide Apophis 99942, con diametro tra i 210-450 metri e massa da 4,6×1010 kg a 1,2×1011 kg, è chiamato così dal nome greco del dio egizio del male e della distruzione, Apopi. Qualora questo impattasse con il nostro pianeta, provocherebbe danni devastanti e porterebbe l’umanità in uno stato di crisi senza precedenti, liberando un’energia di oltre 800 megatoni, ovvero approssimativamente 65.000 volte quella rilasciata dalla bomba atomica di Hiroshima. Fortunatamente nel 2013, la NASA ha smentito definitivamente la possibilità di impatto, dichiarando una minima probabilità di 1 su 233.000 nell’Aprile del 2036, durante il periodo di Pasqua.

Tuttavia, il pericolo persiste in quanto ci sono ancora pochi dati sull’ asteroide e la traiettoria di questo è mutevole. Alcuni scienziati ritengono che se anche l’asteroide passasse solo vicino al nostro pianeta potrebbe entrare nell’orbita terrestre, girandoci attorno a spirale fino a colpirci, oppure potrebbe distruggere addirittura la Luna. Dati certi si potranno avere solo fra 10 anni ma intanto il capo dell’agenzia spaziale russa, Anatoly Perminov, ha affermato di voler proporre un incontro internazionale per stabilire l’eventualità di una missione spaziale al fine di dirottare o distruggere l’asteroide. “Non possiamo farci trovare impreparati”, ribadiscono gli scienziati dei NEO che propongono di iniziare a prendere misure per contrastare eventuali impatti futuri data l’imprevedibilità dei corpi celesti.

 

Lorenzo Grasso, 3a F

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...