Il Galateo del dialogo

L’adolescenza è un periodo di transizione: si perdono le attenzioni di quando si era bambini e incominciano a farsi largo le prime incertezze e i primi grandi dubbi, che spesso i giovani si trovano a fronteggiare da soli. Molti di questi, sono derivanti dalla paura di essere esclusi dal branco sociale, di non avere una solida comitiva di amici o di finire addirittura isolati da tutti. È questo, unito al piacere che si prova a ricevere l’approvazione di chi ci sta intorno, ciò che spinge maggiormente i giovani a lasciarsi influenzare dalle idee altrui, uniformandosi ad un pensiero di massa che spesso non condividono. Ma allora come si può imparare a formulare un pensiero autonomo e personale, senza però venire esclusi dal proprio gruppo? Ovviamente non esiste una risposta certa e assoluta a questa domanda, tuttavia riuscire a sviluppare uno spirito critico è un buon passo per cominciare. La cosa più importante è informarsi e confrontarsi con persone dai pareri diversi, meglio ancora se totalmente opposti, in modo da poter acquisire punti di vista differenti. Bisogna imparare ad ascoltare chi ha un’opinione diversa dalla propria, senza cercare di convincere per forza con le proprie idee, ma analizzando con calma ciò che l’altro ha da dire, cercando di capire quali sono i fondamenti dietro la sua affermazione.

È inoltre essenziale l’educazione in un dibattito. Se si inizia una replica attaccando o, peggio, offendendo l’interlocutore, si provoca solo una reazione di chiusura e diffidenza in chi ascolta. Evidenziare invece la validità delle opinioni altrui, analizzandone solo in un secondo momento i difetti o le diversità, è certamente il modo migliore per far sì che il vostro pensiero raggiunga le altre persone. Mostrarsi saccenti, sempre chiusi e poco aperti al dialogo, o al contrario parlare a sproposito sono errori da evitare il più possibile. Se non si conosce bene l’argomento trattato, o non si è convinti delle proprie idee, è sempre meglio tacere, perché nessuno vuole sentirsi dire cosa o come fare qualcosa da una persona inesperta e presuntuosa. Non c’è bisogno di avere paura di esprimere un’idea, l’importante è avere un’apertura mentale verso ciò che ci circonda e scegliere, di conseguenza, in maniera autonoma, come comportarsi in base alla situazione e alle proprie convinzioni.

Michelle Joy Pane, 2a I

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...